Sisma Abruzzo 2009

La mattina del 6 agosto 2009 la terra ha tremato nella provincia de L’Aquila: le case sono crollate, le persone sono morte, la speranza ha vacillato, i sorrisi si sono spenti. Piegati dalla tragedia.

La protezione Civile dell’Emilia Romagna ha portato il proprio supporto nelle zone terremotate e in un tale contesto ANPAs ha fornito supporto logistico, trasporto socio sanitario, copertura di E/U territoriale, gestione delle risorse sanitarie. Il campo base di ANPAs Emilia Romagna era a Villa Sant’Angelo e su questa zona si sono concentrate le operazioni della Pubblica Assistenza Vignola, coordinate dalla Protezione Civile dell’Emilia Romagna.

L’Associazione ha inviato da aprile a settembre, con cadenza settimanale, 36 volontari e mezzi per il trasporto di disabili e ambulanze per il soccorso. Inoltre l’Associazione ha organizzato una raccolta di beni che sono stati inviati nelle zone colpite dal sisma da tre tir partiti da Modena e ha inoltre organizzato una raccolta fondi che sono stati consegnati al sindaco di Villa Sant’Angelo l’8 febbraio 2010.

La nostra attività ha riguardato oltre a Villa Sant’Angelo, il campo di piazza d’armi a di Acquasanta a L’Aquila. 
I nostri volontari hanno prestato assistenza, hanno coordinato i trasporti, hanno gestito campi sfollati, si sono impegnati in ogni genere di attività fosse loro richiesta, dalla carpenteria alla cucina, hanno donato e ricevuto sorrisi. 
Gli stessi sorrisi che vogliamo riportare a tutti coloro che hanno dato il loro prezioso contributo alla nostra attività.

La gloriosa ambulanza n°1 in stazionamento davanti alla prima sede in Viale Mazzini a Vignola.